C.S. Sant’Agata, Praticò: “Tutto ciò di cui abbiamo usufruito è stato pagato”

Centro Sportivo Sant’Agata, le dichiarazioni del club manager Giuseppe Praticò intervenuto a VideoTouring Tv ufficiale del club.

“Noi riteniamo che le leggi ci sono e vanno rispettate. Il 18 settembre la società ha avuto un concessione provvisoria, il canone è stato pagato in anticipo. Il 18 ottobre, sempre pagando in anticipo, è stato fatto il rinnovo per due mesi. Qualche giorno fa ci è stato detto che il 18 novembre non sarebbe stato possibile rinnovare la concessione. Il 14 novembre abbiamo fatto richiesta di rinnovo della concessione, alla quale però non c’è stato seguito.

Alle 15.30 di ieri 18 dicembre, insieme ai funzionari della Città Metropolitana, è stato fatto un verbale, abbiamo chiesto dieci giorni di tempo per lasciare i locali, ma ci sono state date 48 ore. Ci tengo a precisare che tutto ciò di cui ha usufruito questa società è stato pagato. Con la squadra dentro il Centro Sportivo, è stata tagliata la luce per debiti pregressi delle vecchie proprietà. Abbiamo sostenuto spese importanti per il generatore di corrente e tutte le relative spese. Ad oggi, il bene è stato mantenuto vivo con i soldi della società. Ci sono le leggi, noi le rispettiamo e andremo via del Centro Sportivo. Dobbiamo essere rispettosi per le istituzioni, abbiamo dichiarato verbalmente e per iscritto che parteciperemo al bando senza ombra di dubbio.

Il Sig. Fortunato Martino a cui vanno i nostri ringraziamenti, ci ha messo a disposizione la sua struttura a Croce Valanidi per allenarci di mattina. Abbiamo chiesto al Comune di Reggio, di poter usufruire, a titolo oneroso, dello stadio “Oreste Granillo” per effettuare la rifinitura pregara. Stiamo trovando le soluzioni per la sistemazione di alcuni tesserati. Uscire dal centro ci crea sicuramente disagio, ma con umiltà stiamo affrontando tutto”.